Blog

In evidenza

Costruiamo insieme la Città dei Diritti

Costruiamo insieme la Città dei Diritti

sono stata presso l’ufficio dell’Assessore Lorenzo Lipparini per apporre la firma che da inizio alla mia candidatura come consigliera comunale di Milano e, novità degli ultimi giorni, capolista del Municipio 2 per la lista “La Milano Radicale con Sala” .

Green Pass: il nome anagrafico visibile discrimina le persone transgender

Green Pass: il nome anagrafico visibile discrimina le persone transgender

L’applicazione della Certificazione Verde Covid-19 dovrebbe essere implementata aggiungendo la possibilità di utilizzare un nominativo “alias” conforme all’aspetto della persona. Lo dichiarano Lorenzo Lipparini, assessore alla partecipazione, cittadinanza attiva e open data del Comune di Milano e capolista de “La Milano Radicale con Sala” alle elezioni amministrative del 3 ottobre, e Antonia Monopoli, attivista per i diritti delle persone transgender e candidata al consiglio comunale.

Vanity Fair: Antonia Monopoli e lo Sportello Trans Ala Milano

Vanity Fair: Antonia Monopoli e lo Sportello Trans Ala Milano

A Milano, da oltre 10 anni, c’è uno sportello trans, che si pone l’obiettivo di tutelare, supportare e difendere le persone transgender. È gestito da Ala Milano Onlus e si trova in via Boifava. A fondarlo, nel 2009, è stata Antonia Monopoli, attivista transgender, scrittrice e attrice teatrale. Antonia, nata a Bisceglie e arrivata a Milano a inizio anni ’90, dopo una transizione molto difficile.

Trans-forming Culture. Dialogo con Antonia Monopoli

Trans-forming Culture. Dialogo con Antonia Monopoli

In occasione del Pride Month 2021, reverendo Mario Bonfanti pastore genderqueer de Il Cerchio – MCC, propone questo incontro zoom con Antonia Monopoli, domenica 6 giugno alle ore 20.45 in diretta facebook, partendo dal suo libro autobiografico “La Forza di Antonia – Storia di una persona Transgender” (2019) ascolteremo la sua esperienza sia come persona sia come attivista e poi ci confronteremo con lei per capire come possiamo contribuire ad una cultura rispettosa di chiunque e una società veramente inclusiva di ogni essere umano.

Discriminati e costretti a licenziarsi: la brutalità del mondo del lavoro per una persona transgender

Discriminati e costretti a licenziarsi: la brutalità del mondo del lavoro per una persona transgender

Il 45 per cento delle persone transessuali, in Italia, vede respingere il proprio curriculum quando si candida per una posizione lavorativa. E molti di loro, quando un lavoro ce l’hanno, vengono demansionati o sottopagati rispetto ai colleghi cisgender. Una discriminazione quotidiana di cui la politica non si fa carico, che pesa sulle spalle di tanti. Antonia Monopoli, attivista e responsabile dello sportello trans di Ala Milano ne ha discusso con Giulia Torlone di Fanpage.it.

Festa della mamma 2021

Festa della mamma 2021

Quando parlo di mamme ovviamente parlo di TUTTE le mamme comprese quelle che la società non riconosce come per esempio le mamme TLGB con l’auspicio che si facciano sempre più passi avanti nella marcia per i diritti.